zoom
la grotta del butto
e della tomba
zoom
un affaccio
sulla tomba
 
 
zoom
il giaciglio
trasformato
zoom
il giaciglio
trasformato
 
 


collocazione:
visibile dalla seconda grotta
profondità:
primo piano sotterraneo
anno della scoperta: 1996
interventi di recupero: 1996
prima apertura al pubblico: 1996
 

da tomba a follone ?
un esempio di uso e riuso
di una struttura


Una delle cavità ritrovate lungo il percorso ipogeo del Pozzo della Cava è una tomba etrusca di tipo arcaico, ovvero scavata completamente nel tufo.

È ben visibile il giaciglio per la salma, al centro del quale è stata realizzata una vaschetta di difficile interpretazione.

La sua forma, infatti, unita alla presenza di alcuni fori laterali, fa pensare che la tomba sia stata trasformata nel medioevo in un follone, ossia un macchinario utilizzato per rendere più compatti e morbidi i tessuti di lana.

Se così fosse, si tratterebbe del primo ritrovamento di questo genere nel quartiere medievale di Orvieto e confermerebbe il contenuto di alcuni antichi documenti in cui si parla della presenza in questa zona di molte folloniche.











l'ingresso
di una tomba etrusca
in una incisione
di fine Ottocento
il pozzo
  la struttura
  la storia
  l'accesso dalla via

le fornaci
  il laboratorio medievale
  la muffola
  i reperti in ceramica

i resti etruschi
  la tomba trasformata
  le sepolture rupestri
  la cisterna a "cocciopesto"
  i cunicoli per l'acqua

i ritrovamenti
  medievali
  i due butti
  la cantina
  il pilastro della torre

la grotta grande
  la cava e il pozzo n°2

...non solo grotte
  il cortile e i negozi